Da Klakvík a Gjogv

Da Klakvík a Gjogv

25 Luglio 2019

Giornata di trasferimento, da Klaksvik ci spostiamo sull’isola di Eysturoy, arriveremo a Gjogv, un piccolo villaggio al fondo del promontorio. Soggiorneremo presso la guesthouse Gjáargardur, l’unica del villaggio e anche una delle poche alle Farøer.

Lasciamo il bel appartmento di Klaksvík, siamo stati molto bene, arredato con gusto, bella vista, funzionale.

Non sono molti i chilometri che dobbiamo fare oggi, circa quarantacinque, per cui approfittiamo per fare una sosta e visitare Hellur e Oyndarfjørður, due piccoli villaggi nel fiordo omonimo.

La strada per arrivare è molto bella è panoramica, si arriva dall’alto e la vista sui due villaggi è splendida.

Hellur è grazioso, poche case e niente più, da qui parte un sentiero lungo nove chilometri che porta dall’altra parte della montagna, a Fuglafjørður, che noi abbiamo visitato qualche giorno fa.

Oyndafjørður è un po’ più grande c’è anche un minimarket con orario un po’ ridotto , dalle 14.30 alle 17.30…beh sempre meglio di niente no?

Il villaggio è molto carino, ci sono delle belle case colorate,  una scuola e la chiesetta.

Da qui parte una passeggiata che fa praticamente il giro di una montagna e arriva nel fiordo successivo in un altro paesino che si chiama Elduvík. Sono circa quattro chilometri, in un’oretta si arriva.

Così ci incamminiamo, il sentiero parte dalla strada dietro la scuola. Peccato che poco dopo perdiamo le tracce e vaghiamo per i prati e il pendio nella speranza di ritrovarlo.

Perdiamo così quasi mezz’ora ma alla fine lo ritroviamo. Si arriva ad una specie di colle e poi il sentiero scende, parallelamente al mare…diciamo che non è un sentiero adatto a chi soffre di vertigini, per fortuna almeno da questa parte è ben tracciato.

Finalmente raggiugiamo Elduvík.

E’ davvero carino, ci sono alcune case vecchie ristrutturate molto caratteristiche, un paesaggio molto rilassante, una valle verdissima alle spalle, un piccolo approdo per le barche, qui grandi navi pare non arrivino.

Non ci sono ne negozi ne strutture ricettive di alcun tipo, c’è un abbozzo di camping ma senza servizi.

Fin qui arriva anche una strada che parte dal fiordo dove incroceremo la strada per Gjogv, la nostra destinazione finale.

Tempo di scattare qualche foto e si torna indietro, anche perché ogni tanto arriva qualche goccia di pioggia. Per ora comunque il tempo è stato buono, sole alternato a nuvole ma senza nebbia!!! Fantastico!!

Quando arriviamo al colle scendiamo dal sentiero che non abbiamo trovato stamattina…parte solo un po’ più in alto rispetto a dove siamo passati noi ma non è così evidente…anzi non lo è per niente. Chi volesse percorrerlo deve prendere  la strada dietro la scuola e percorrerla fino a  una curva quasi a gomito; lì c’è una piccola piazzola e un cancello con un picchetto marrone vicino…ecco quella è la partenza del sentiero!

In ogni caso è stata una bellissima passeggiata, il panorama è davvero splendido.

Soddisfatti e anche un po’ infangati, ripartiamo per la nostra destinazione finale.

Arrivati al fiordo Funningsfjørður si prende la strada sulla destra, che sale stretta sulla montagna. Qualche tornante e si è in cima la colle e poi giù fino a Gjogv. La Guesthouse è tra le prima case del paese.

Facciamo check in, la nostra camera è nella depandance, non nella struttura centrale. E’ molto semplice ma carina e spaziosa con vista su un bel prato verde.

Il tempo di una doccia ed è ora di cena…qui si mangia alla 18 !!

Finalmente una cena buona: merluzzo alla crema gratinato con verdure miste, mousse al rabarbaro con panna, una buona birra delle Farøe e un caffè.

Dopo cena facciamo due passi in paese, che è veramente grazioso e tranquillo, la vista sul mare è splendida: davanti a noi in primo piano l’isola di Kalsoy, dietro Kunoy, le due isole vicino a Klaksvík .

Una piccola insenatura naturale è il porticciolo per alcune barchette.

Il tempo per il momento regge, abbiamo visto tramontare il sole dietro le montagne…speriamo continui così.

 

Buonanotte, a domani!

 

No Comments

Post A Comment