Visti e permessi : come si viaggia nel dopo Covid 19

Visti e permessi : come si viaggia nel dopo Covid 19

Il Covid 19 ha avuto un impatto enorme sulle nostre vite, nessuno (forse) immaginava potesse succedere una cosa del genere.

Il settore del turismo ha subito un inevitabile arresto e ora si riparte ma alcune cose saranno inevitabilmente diverse.

Alcuni paesi ad esempio, stanno modificando le procedure per rilasciare visti e permessi di ingresso. Potranno richiedere  un certificato sanitario o la compilazione di una serie di documenti.

In questo articolo cercheremo di fornirvi informazioni  aggiornate sulle nuove regole che alcuni Stati metteranno in atto nel prossimo futuro e lo aggiorneremo in tempo reale, man mano che ci saranno novità!

 

Aggiornamento del 21 Giugno 2020

A partire dal 15 giugno i nostri confini nazionali sono stati riaperti e si può viaggiare liberamente nei paesi dell’area Schengen; prima di partire però è sempre meglio verificare le regole che ogni paese ha messo in atto per contenere l’epidemia; per quanto riguarda l’Italia  dal 3 giugno si circola liberamente in tutte le regioni.

Se le cose andranno bene e non ci saranno più picchi di contagio, dal 30 giugno si potrà circolare nei paesi anche fuori dall’area Schengen. Come già detto in precedenza vi suggeriamo di verificare SEMPRE prima di partire le regole applicate nel paese dove si desidera recarsi. Il sito della Farnesina ” Viaggiare sicuri” è sempre un’ottima fonte di informazioni:

http://www.viaggiaresicuri.it/

 

Nel Mondo

Anche in questo caso consultare il sito della Farnesina è sempre utile, in aggiunta eccovi qualche informazione su alcuni paesi in particolare:

Stati Uniti:

Qui la situazione è ancora molto complessa: nel momento in cui vi scriviamo non abbiamo notizie che i confini del Paese siano stati riaperti ai turisti.

Anche i confini con il Canada rimarranno chiusi ancora chiusi fino al 21 luglio.

Turchia

Il Paese ha iniziato a abolire alcune restrizioni e iniziano a riprendere i voli aerei. Prima di partire aggiornarsi però SEMPRE con la compagnia aerea scelta.

Malesia

Non abbiamo notizie aggiornate per l’ingresso in Malesia; crediamo siano ancora in atto restrizioni per visti turistici.

Australia

A causa della attuale situazione, il Governo Australiano ha deciso di preparare alcuni nuovi documenti da richiedere a tutti i viaggiatori in ingresso, esclusivamente per il Covid 19:

Special Travel Request Form: Autorizza le persone colpite dal Covid 19, con motivi validi e seri, di entrare nel paese.

Transit Enquiry Form: Autorizza allo scalo i viaggiatori colpiti da Covid 19 in transito nel Paese , in attesa del volo che permetterà di raggiungere la destinazione finale. Il modulo fornito da iVisa è utilizzabile solo dai viaggiatori esenti dal visto di transito.

https://www.ivisa.com/visa-australia?nationality=US&visa_type=4&utm_source=Klaviyo#eligible-visas

https://www.ivisa.com/apply-online/australia?nationality=US&visa_type=4

Thainlandia

Il decreto sicurezza varato dal governo è stato prolungato e i voli passeggeri in arrivo saranno vietati. ( Salvo alcune eccezioni come voli per aiuti umanitari, voli militari ecc).

Inoltre il governo Thainlandese richiederà un certificato sanitario obbligatorio per chiunque voglia entrare nel paese, via terra, aerea, mare, al fine di contenere i contagi e la diffusione del virus.

E’ possibile richiedere in anticipo il visto elettronico e il certificato sanitario online;  con i servizi di iVisa  in pochi passaggi potrete fare la vostra richiesta, evitando problemi all’arrivo in Thainlandia.

https://www.ivisa.com/thailand-e-visa?utm_source=unalternativa

Singapore

A partire da marzo 2020 l’Immigration and Checkpoints Authority ha sospeso la carta di sbarco/imbarco su supporto cartaceo, sostituendolo con una scheda elettronica, inoltre è richiesta una dichiarazione sullo stato di salute. Entrambi i documenti devono essere inviati obbligatoriamente, fino a 3 giorni prima della data di arrivo, da tutti i viaggiatori che entrano a Singapore.

Al momento le frontiere sono ancora chiuse ma appena riapriranno questa sarà la procedura.

Per maggiori info consultate il sito:

https://www.ivisa.com/singapore-electronic-arrival-card?nationality=IT

 

India

Al momento non ci sono aggiornamenti, l’ultima comunicazione del governo indiano dichiarava sospensione di tutti i tipi di visto e non accetterà le domande con una data di arrivo prima del 15 Aprile.

I visti degli stranieri già presenti nel paese rimangono validi.

Vietnam

Il Governo ha varato un nuovo disegno di legge sull’immigrazione quindi ,partire dal 1 Luglio 2020, riprenderà a rilasciare i visti elettronici  ai cittadini di 80 paesi, a breve verrà dichiarato quali saranno.

I Paesi per cui erano sospese le emissioni dei visti erano: Corea del Sud, Spagna, Germania, Francia, Italia, Svezia, Regno Unito, Danimarca, Finlandia, Norvegia.

Inoltre vieta l’ingresso al paese ai viaggiatori provenienti o che hanno visitato di recente aree contagiate del COVID 19.

Sarà obbligatorio avere oltre al visto di ingresso anche la dichiarazione di salute.

Per approfondimenti consultare il sito:

https://it.ivisa.com/vietnam-online-medical-declaration-form?nationality=IT

Hong Kong

Anche Hong Kong richiede obbligatoriamente il certificato sanitario

https://it.ivisa.com/hong-kong-electronic-health-declaration-form?nationality=IT&visa_type=5093#eligible-visas

 

Qualsiasi sia il viaggio che intendete fare in futuro, Vi suggeriamo di consultare il sito:

https://www.ivisa.com/?utm_source=unalternativa

Troverete gratuitamente molte interessanti e utili informazioni, aggiornate in tempo reale.

 

No Comments

Post A Comment