Ravenna- Cosa vedere in un weekend

Ravenna- Cosa vedere in un weekend

Ravenna è una città non molto grande ricca di opere d’arte meravigliose, la storia di questi luoghi affascina ed emoziona, i suoi monumenti incantano.

In un weekend è possibile visitare questa città in modo abbastanza approfondito, le distanze sono brevi ed è piacevolissimo gironzolare per le vie pedonali del centro storico.

Gli otto monumenti PATRIMONIO UNESCO sono unici al mondo, testimoni di un glorioso passato.

Le origini di Ravenna sono molto antiche, i primi insediamenti risalgono all’epoca greca, umbra ed etrusca e il territorio era molto diverso da come appare oggi, era una laguna con lingue di sabbia e dune che si affacciavano al mare.

I Romani sfruttarono questa posizione strategica e fecero di Ravenna una delle città più importanti dell’Impero. Seguirono poi Goti e Bizantini e la città custodisce gelosamente testimonianze di questi popoli.

Oggi la città dista circa otto chilometri dal mare e i suoi lidi sono meta ambita per le vacanze estive.

Vi proponiamo un itinerario, un’idea su cosa vedere e cosa fare in un weekend, come l’abbiamo vissuto noi.

Siamo arrivati il venerdì sera e abbiamo pernottato presso l’Agriturismo Martelli, ad un paio  di chilometri dal centro città. É grazioso e molto tranquillo, immerso nel verde; i proprietari sono gentilissimi e ci hanno fornito molte informazioni utili. É stata una location ideale visto che eravamo un gruppo di amici.

Ci sono tanti simpatici animali con cui fare amicizia…

 

 

Abbiamo anche cenato qui una sera e siamo rimasti soddisfatti! Cibo genuino e gustoso!

Per maggiori info https://www.agriturismomartelli.com/

Giorno 1

In questa mappa interattiva abbiamo evidenziato i luoghi che vi stiamo per descrivere. Un colpo d’occhio che vi dà idea delle distanze e vi permette di valutare l’itinerario.

Se pernottate fuori città potete parcheggiare l’auto dietro la Basilica di San Vitale, dove c’è un parcheggio molto grande, comodo e custodito, costa 3 € per tutto il giorno.

Vi sono anche altri parcheggi, gratuiti e non, cercate quello che vi è più comodo.

Lasciata l’auto potete iniziare la vostra visita.

Vi consigliamo di acquistare il biglietto cumulativo per gli ingressi ai principali monumenti, ha la durata di sette giorni e permette un ingresso per ogni monumento.

Dal parcheggio indicato precedentemente potete arrivare in pochi minuti a una delle biglietterie autorizzate, in Via Argentario 22.

Se vi trovate in altre zone della città troverete altre biglietterie a Sant’Apollinare Nuovo, Battistero Neoniano e Museo Arcivescovile.

Il biglietto costa 9,50 €, in estate è richiesta una integrazione per visitare il Mausoleo di Galla Placidia.

Bene, biglietto alla mano potete iniziare il vostro tour.

BASILICA DI SAN VITALE

Tempio paleocristiano a forma ottagonale, fu consacrata nel 547 dal vescovo Massimiano e racchiude una seria di mosaici stupendi. Questa forma così inconsueta vi stupirà  e la bellezza dei suoi mosaici vi lascerà senza parole.

Dedicate un po’ di tempo ad osservare i particolari di queste opere d’arte che raffigurano l’imperatore Giustiniano con la sua corte e la moglie, Teodora, anch’essa con i suoi cortigiani. I due mosaici sono uno in fronte all’altro e sono davvero meravigliosi; alzate gli occhi verso l’alto e  ammirate tutte le altre figure e paesaggi, sono davvero incredibili!!

 

 

 

 

Anche il pavimento però ha qualcosa da raccontare…proprio davanti all’altare, nel presbiterio, è raffigurato un labirinto.

Simbolo di un percorso di purificazione, trovarne l’uscita significa trovare la via dell’illuminazione. Se avete voglia di provare, partite dal centro e cercate di trovare il percorso giusto!

Sempre sul pavimento, attorno alla parte centrale, potete vedere raffigurata in più punti la stella polare a otto punte.

Godetevi la magia di questo luogo fino in fondo, fatevi trasportare dalla sua atmosfera così particolare.

MAUSOLEO DI GALLA PLACIDIA

Uscendo da San Vitale percorrete il vialetto che vi porta al Mausoleo di Galla Placidia, proprio accanto alla Basilica.

L’esterno è molto sobrio e semplice, l’interno invece lascia il visitatore senza parole, abbagliato da tanta bellezza.

Il mausoleo fu fatto edificare da Galla Placidia, sorella dell’Imperatore Onorio, che si trasferì da Costantinopoli a Ravenna dopo la morte del fratello, nel 423 d.C. per prenderne i poteri e governare.

I mosaici che ricoprono pareti e volta sono di incredibili, noi ci siamo emozionati moltissimo nel vederli!

Il cielo stellato, i simboli dei quattro apostoli, il buon pastore tra le pecore…osservate tutte queste meraviglie e per un attimo godetevi solo il silenzio e la meraviglia di questo luogo.

 

 

 

Notate la precisione di queste figure…

 

Le piccole finestre da cui filtra la luce sono in sottile alabastro…bellissime…

 

DOMUS DEI TAPPETI DI PIETRA
Terza tappa del nostro tour, questa domus racchiude mosaici antichi ed è molto interessante vedere la stratificazione di varie epoche storiche nei suoi pavimenti. Assolutamente da non perdere, La Domus è stata scoperta non molti anni fa e inaugurata nel 2002 dal Presisdente della Repubblica Ciampi.

Il biglietto non è incluso in quello cumulativo.

 

 

 

 

BATTISTERO NEONIANO ( O DEGLI ORTODOSSI)

Detto anche Battistero degli Ortodossi fu costruito nel V secolo e deve il suo nome al vescovo Neone che fece ultimare l’opera iniziata dal vescovo Orso.

É un altra delle meraviglie di Ravenna, oggi parte dell’edificio risulta interrato di circa due metri, a causa dell’evoluzione della città. La pianta è ottagonale e l’esterno si presenta semplice mentre l’interno è ricco di mosaici. Sul soffitto, nella parte centrale della cupola è rappresentato il battesimo di Gesù, tutto intorno vi sono i dodici Apostoli. Anche questo è un luogo ricco di fascino.

 

 

MUSEO ARCIVESCOVILE

Il Museo è molto interessante, ricco di  reperti di varie epoche.

Tra queste citiamo la Cattedra di Massimiano, purtroppo costruita in avorio; all’epoca sicuramente non ci si poneva il problema di quanti animali si dovessero uccidere per reperire questo materiale; a parte questo commento la cattedra è splendida, presenta una lavorazione finissima fatta da abilissime mani.

 

Altro gioiello del Museo è la Cappella di Sant’Andrea, monumento ortodosso. I bellissimi mosaici mostrano Gesù che combatte e sconfigge il male rappresentato dalle belve eretiche, gli Arcangeli e i quattro Evangelisti con i loro Vangeli.

 

 

 

 

Veramente splendido!!

 

Probabilmente nel frattempo si è fatta ora di pranzo e anche un po’ di riposo non guasta.

In città vi sono molti posti per pranzare, noi vi suggeriamo un pranzo veloce ma assolutamente gustoso alla ” Cà de Vèn”, vicino alla Basilica di San Francesco.

Per raggiungere il ristorante percorrete le vie del centro e godetevi la bellezza della città.

E’ un bel locale dall’ottima cucina, noi abbiamo assaggiato squisiti tortelli di zucca e piadine farcite.

Occhio all’orario, chiude alle 14.15

 

 

http://www.cadeven.it/

 

Nel pomeriggio si può proseguire la visita con la basilica di San Francesco.

BASILICA DI SAN FRANCESCO

La piazza antistante è molto bella e suggestiva, la basilica dalla facciata molto semplice è costruita su un’antica chiesa paleocristiana: anche l’interno è semplice, a tre navate.

 

La particolarità è che il pavimento originario si trova più in basso di tre metri e mezzo rispetto all’attuale livello. Sotto l’altare si può vedere la splendida e antica pavimentazione della cripta, oggi sommersa dall’acqua. Una particolarità da non perdere.

Bello anche il campanile

TOMBA DI DANTE

A pochi passi dalla Basilica di San Francesco si trova la tomba di Dante che morì a Ravenna nel 1321.

Il mausoleo è in stile neoclassico ed è stato costruito alla fine del XVIII secolo. Accanto vi è un giardino, un vecchio chiostro, dove le spoglie di Dante furono allocate durante la seconda guerra mondiale per proteggerle, tumulandole sotto un cumulo di terra, oggi interamente coperto di vegetazione, nell’insieme è un luogo molto suggestivo.

BASILICA DI SANT’APOLLINARE NUOVO

La Basilica, di rara bellezza, si presenta all’esterno con un bel porticato mentre all’interno vi è un ciclo di splendidi mosaici che ornano le pareti, il più grande e antico giunto fino a noi.

Nella parte superiore sono rappresentate ventisei scene della vita di Cristo, nella parte inferiore vengono rappresentate le processioni di vergini e martiri; le tessere dei mosaici sono state inclinate in modi differenti  per rendere l’opera finale più luminosa, un’idea veramente geniale perché la luminosità di questi capolavori è meravigliosa.

 

Nel cortile interno un bel chiostro

 

 

BATTISTERO DEGLI ARIANI

Un po’ nascosto ma nel cuore del centro storico, il Battistero degli Ariani è un altro prezioso gioiello ( il biglietto di ingresso non è incluso in quello cumulativo ma costa solo 2€, c’è una macchinetta automatica a lato dell’ingresso). Il piccolo edificio a pianta ottagonale è interrato di un paio di metri  rispetto alla strada attuale e l’unica parte decorata è il soffitto, le opere che ornavano le pareti purtroppo sono andate perse nel corso dei secoli.

La costruzione risale alla fine del V secolo, nel momento di massimo potere di Teodorico e questo Battistero è un omaggio al culto Ariano.

 

Giorno 2

PIAZZA DEL POPOLO

Iniziamo il tour con una bella passeggiata tra le vie del centro, arrivando in piazza del Popolo, bella e particolare, dove molta gente ama ritrovarsi.

Dirigersi poi  al Mausoleo di Teodorico ( vedi mappa), è un po’ fuori mano ma camminare è un bel modo di conoscere la città, oppure se preferite potete prendere un autobus.  Cliccando sul Link troverete info sui trasporti pubblici http://www.turismo.ra.it/ita/Come-arrivare/Mobilità/Trasporti-locali/Servizio-di-trasporto-pubblico-locale

MAUSOLEO DI TEODORICO

Il Mausoleo appare diverso da quelli visti finora, non è costruito in mattoni bensì in pietra. La sua pianta decagonale e il monolite che funge da coperture del tetto completano l’originalità di questa costruzione. All’interno si trova il sarcofago in porfido rosso dove fu sepolto Teodorico, l’aspetto è simile a quello di una vasca forse perché manca il copertura superiore.

E’ un monumento forse meno bello ma comunque interessante dal punto di vista storico.

BASILICA DI SANT’APOLLINARE IN CLASSE

Dista circa otto chilometri dal centro di Ravenna, quindi il nostro consiglio è quello di andare in auto, per risparmiare un po’ di tempo. Vi sono numerosi parcheggi intorno alla basilica, in ogni caso è bene arrivare presto; un’alternativa è quella di visitare prima questa basilica e poi il Mausoleo di Teodorico.

La basilica si trova a pochi passi da una bella pineta, il luogo è molto suggestivo.

Costruita nel VI secolo, l’esterno è in mattoni rossi e l’interno è molto grande, maestoso, è la più grande basilica Paleocristiana,  l’abside conserva degli splendidi mosaici e nelle navate laterali vi sono antichi sarcofaghi in marmo degli arcivescovi della città.

 

 

 

 

 

Terminata la visita potete ritornare in città e visitare altri monumenti o musei che vi interessano oppure andare al mare, ai lidi che distano solo pochi chilometri.

Noi abbiamo optato per la seconda proposta e abbiamo trascorso il resto della giornata passeggiando in spiaggia, godendoci il mare d’autunno

 

 

 

Ravenna è un concentrato di bellezza e se avete più tempo vale sicuramente la pena di approfondirne la conoscenza.

La nostra è ovviamente solo una proposta di itinerario, potete modulare e gestire le visite come più vi piace, le cose principali da visitare sono quelle che vi abbiamo segnalato, preparatevi quindi ad un tour tra le meraviglie!!

Ecco un link che vi può essere utile:

http://www.turismo.ra.it/ita/

Buona Vacanza !!

 

No Comments

Post A Comment