Itinerario- Barcellona in 5 giorni

Itinerario- Barcellona in 5 giorni

Se cercate una città  solare che sappia stupirvi per vivacità e bellezza…beh, allora Barcellona fa al caso vostro!

Quando partimmo  non avevamo grosse aspettative, non sappiamo dirvi perché. Era il 30 Dicembre 2011, un viaggio per festeggiare il nuovo anno; a Torino faceva freddo e c’era bufera sulle montagne, a Barcellona invece era quasi primavera…forse è stata la magia del tiepido clima o il calore dei Catalani ma sta’ di fatto che dal momento in cui siamo arrivati abbiamo cambiato idea…

Barcellona è bellissima, una città da vivere mescolandosi tra la gente, mangiando tapas e bevendo sangria, condividendo la vivacità dei catalani; qui di seguito troverete quello che secondo noi rappresenta il cuore e l’anima della città, quello che ci ha entusiasmato e conquistato, quello che vi consigliamo di vedere.

La magia delle opere di Gaudì

Antoni Gaudì nacque nel 1852 in Tarragona ed è stato uno dei massimi esponenti del modernismo. Le sue opere sono innovative ancora oggi e l’estro di questo architetto è veramente stupefacente, le sue creazioni sono, secondo noi, il cuore di Barcellona.

Gaudì non fù solo architetto ma anche scultore e decoratore, sapeva lavorare ferro, vetro, pietra. I palazzi da lui costruiti sono dei veri capolavori che esprimono tutta la sua personalità, anche nei singoli dettagli, dalle vetrate alle maniglie delle porte ai comignoli sui tetti…veramente un genio!

Nel Giugno del 1926 Gaudì fù investito da un tram e morì a causa delle ferite riportate, aveva 74 anni.

Le sue opere principali sono:

Casa Batllò: Passage de Gracia, 43

http://www.casabatllo.cat

Forse la nostra preferita, vi stupirà per le forme e i colori…magica!

 

Casa Milà detta La Pedrera: Provenςa 261

http://www.lapedrera.com/es

Un palazzo veramente grande, un “condominio”  dei primi anni del ‘900, con uno stile e un carattere veramente unico! Bellissima la terrazza!

 

La Sagrada Familia: Carrer de Mallorca 40

https://sagradafamilia.org/

La massima espressione dell’artista, di una bellezza che commuove; prendetevi il giusto tempo per godere dei particolari, della luce, delle forme, delle prospettive. Un capolavoro unico al mondo che Gaudì vide realizzata solo in parte. Oggi alcune zone sono ancora in costruzione, il progetto era veramente ambizioso e grandioso.

 

Palazzo Güell: Nou de la Rambla 3-5

http://www.palauguell.cat

Costruito su richiesta della famiglia Guell nel 1885 , questo palazzo è patrimonio dell’Unesco e vi stupirà per gli spazi e gli ambienti che il genio di Gaudì ha creato per questa abitazione privata.

 

Parc Güell e la casa museo di Gaudì: Ctra del Carmel,s/n

https://parkguell.barcelona/en

https://www.parkguell.es/it/guia-museo

Il parco è molto bello, con angoli particolari creati dalla fantasia del maestro; la casa di Gaudì custodisce molti oggetti creati dall’architetto che visse qui per circa vent’anni

 

Ed ora alcuni quartieri e zone da non perdere:

La Rambla

Lunga via in cui passeggiare è un vero piacere, vi sono molte cose da osservare e visitare lungo tutto il percorso: dal palazzo Güell al mercato coperto della Boqueria, antiche case come ” Casa del Dott. Genovè” e la “Casa Figueres”, la chiesa di Betlem, l’Hotel Oriente e il gran Teatre del Liceu,  l’antica insegna della Farmacia al numero 121…e poi gente, artisti, bancarelle…e per finire la grande Plaςa Catalugna!

 

Il Barrio Gotico

Questo è sicuramente uno dei nostri luoghi preferiti, un quartiere veramente caratteristico, ricco di storia. Con i suoi vecchi edifici gotici, sorti sopra i resti della romana Barcino, vi riporterà indietro nel tempo. Degna di nota la grande Cattedrale, il palazzo della Generalitat e il palazzo del Loctinent affacciato sulla splendida Plaςa del Rei.

I reperti romani sono visibili in tutto il quartiere e i resti delle mura danno idea delle dimensioni della antica città; vi è anche un cimitero romano, vicino a Plaςa della villa de Madrid.

La Ribera

Anticamente, nel medioevo, era il centro commerciale e logistico, oggi ci sono locali alla moda, bar e ristoranti; la bella Plaςa de Santa Maria del Mar con la sua chiesa, il museo Picasso raggiungibile percorrendo la caratteristica Carrer de Montcada e  il Parc de la Ciutadela, polmone verde dove trascorrere in paio d’ore. Degno di nota il Palazzo de la Musica Catalana (l’interno è accessibile con visite guidate).

Gràcia

Stradine e piccole piazze tra le meraviglie del Modernismo; Il Passeig de Gràcia è la via su cui potrete vedere le più famose case di Gaudì ma anche altre costruzioni come Casa Lleo Morera, Casa Viuda Marfà e Casa Fuster; sempre in zona Casa Calvet (Gaudì) e Casa Pascual i Pons. Ovunque i segni di questa corrente artistica.

Il Lungomare

Zona rivalutata negli ultimi anni grazie a lavori di riqualificazione, oggi il lungomare è un bel luogo dove godersi le giornate di sole e il mare restando in città. La spiaggia è molto frequentata dagli abitanti in ogni stagione grazie al clima mite.

La Barceloneta è il quartiere di marinai e pescatori che si affaccia sul lungomare e poco lontano si trova il Port Olimpic e la nuova zona residenziale con i suoi grattacieli.

 

Montjuïc

Collina da cui è possibile ammirare un bel panorama della città, dove si trovano il Museo nazionale della Catalugna a Palau National, la Font Magica con i suoi giochi d’acqua, i giardini botanici e l’Anella Olimpica sede dei giochi olimpici del 1992.

La fondazione Joan Mirò vale da sola la visita a Montjuïc:  è possibile ammirare le opere di questo straordinario artista in un ambiente molto curato, donato alla città dall’artista stesso. Vi consigliamo di prendere le audioguide, sono un valido aiuto per comprendere al meglio l’arte e il simbolismo di questo importante artista del ‘900.

 

Per visitare tutto quello che vi abbiamo elencato sono necessari 5 giorni, se avete a disposizione meno tempo vi suggeriamo di visitare almeno una delle opere di Gaudì e poi il resto a piacimento… a Barcellona è bello anche solo girovagare!

 

2 Comments
  • Silvana
    Posted at 19:42h, 02 maggio

    Bella idea, Barcellona in primavera!
    Belle fotografie, consigli ottimi. Bravi:)

  • Un alternativa
    Posted at 07:33h, 03 maggio

    Grazie Silvana, siamo contenti di sapere che hai trovato l’articolo e la proposta interessante! Continua a seguirci! Ciao!!

Post A Comment